Si, cari amici, ci siamo riusciti davvero, il Cinema America proietterà anche a Trastevere. Quanto costruito in questi anni con fatica, dedizione e rinunce si sposterà di soli 284 metri su una superficie di 1100 mq, uguale a Piazza San Cosimato: dal 1 giugno al 1 agosto, con i nostri Disney, rassegne e incontri, fino alle notti Horror, ci troverete nel cortile del Liceo Kennedy in via Dandolo che aprirà le sue porte alla città. Proprio sopra la Scalea del Tamburino, che illuminammo con i film di Sergio Leone.

Come ci siamo riusciti? Abbiamo aperto Google Maps e setacciato il Rione alla ricerca di una nuova area, nulla di più complesso! Così, con le nostre foto, brochure, cartelline, mappette, la rassegna stampa ed i patrocini della Regione Lazio e del Municipio I, ci siamo presentati dalla Preside Lidia Cangemi e le abbiamo proposto un progetto didattico-educativo volto al potenziamento dell’offerta formativa dell’Istituto attraverso il cinema come strumento di conoscenza e riflessione. La Preside ha così convocato consiglio d’istituto, che all’unanimità ha accolto la nostra proposta!
Sono state così approvate diverse attività, tra le quali, un percorso di alternanza scuola-lavoro che gli studenti del Liceo potranno effettuare all’interno del Cinema Troisi. L’obiettivo del percorso sarà quello di promuovere ed avvicinare gli studenti alle diverse competenze necessarie per affrontare le professioni cinematografiche (dall’esercente, al direttore artistico, dal proiezionista al promotore culturale, ecc,) attraverso anche un itinerario pedagogico incentrato su incontri e discussioni con operatori del mondo del cinema.

“A TUTTI COLORO I QUALI CI HANNO CONTESTATO, ED ANCHE INSULTATO, PER LA NOSTRA SCELTA DI NON ADERIRE AL BANDO VOGLIAMO DIRE CHE A VOLTE FA BENE PUNTARE I PEDI E RIVENDICARE UNA PROPRIA DIGNITÀ!”

E così eccoci qui, sulle spalle abbiamo già tutto il necessario per ripartire e ricostruire in questo cortile, al Casale della Cervelletta, a Monte Ciocci ed al Porto Turistico ad Ostia quanto di bello fatto nel Cinema America, nel Piccolo Forno e nella vicina San Cosimato, che naturalmente controlleremo dall’alto, continuando ad amarla nella speranza di tornarci quanto prima.
Infine, a tutti coloro i quali ci hanno contestato, ed anche insultato, per la nostra scelta di non aderire al bando vogliamo dire che a volte fa bene puntare i pedi e rivendicare una propria dignità, a volte fa bene pretendere un riconoscimento e rispetto per ciò che si è fatto, a volte fa bene dar sfogo all’ambizione di sognare una città migliore.
Noi abbiamo fatto solo questo, abbiamo avuto rispetto per noi stessi e per il lavoro realizzato e soprattutto per le molteplici e ricche relazioni che in quella piazza siamo riusciti a costruire con migliaia di cittadini che, insieme ad un gran numero di registi, sceneggiatori, attori e operatori del mondo del cinema, ha permesso a tutti di sentirsi “a casa”, accolto, ascoltato e rispettato, nella possibilità di costruire dialoghi e scambi di opinioni aperti e sinceri e di tutto ciò ne andiamo orgogliosi e fieri.

Ci vediamo il 1 Giugno.
Preparate le seggiole ed i cuscini!